X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Sabato, 7 dicembre 2019 - Aggiornato alle 6.00

IMPRESA

Dibattuto il patrocinio a spese dello Stato nel sovraindebitamento

Sulla questione si sono formati due diversi orientamenti giurisprudenziali e il Codice della crisi non fornisce chiarimenti

/ Chiara CRACOLICI e Alessandro CURLETTI

Sabato, 9 novembre 2019

Nel silenzio della L. 3/2012, l’applicabilità della normativa sul patrocinio a spese dello Stato nelle procedure da sovraindebitamento rappresenta una questione dibattuta in giurisprudenza.

Intorno a tale questione, si sono sviluppati due diversi orientamenti. L’uno, in senso negativo, contrario all’ammissione al patrocinio a spese dello Stato dei soggetti che fanno ricorso alle procedure da sovraindebitamento; il secondo, favorevole all’applicabilità della normativa in esame anche alle citate procedure.

A favore della prima tesi, vengono svolte due argomentazioni, legate da un lato alla natura concorsuale dei procedimenti in questione e, dall’altro, a un vincolo di natura normativa (nella specie, l’art. 15 comma 4 della L. n. 3/2012). Nello specifico, con ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU