X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Sabato, 31 ottobre 2020 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Non imponibilità IVA anche per la progettazione di porti

Secondo la Cassazione tali servizi sono direttamente finalizzati e funzionali alla realizzazione delle opere portuali

/ Emanuele GRECO

Venerdì, 6 dicembre 2019

x
STAMPA

download PDF download PDF

Con la sentenza n. 31770 depositata ieri, la Cassazione ha riconosciuto il regime di non imponibilità IVA ex art. 9 del DPR 633/72 per le prestazioni di progettazione delle strutture portuali, indipendentemente dal luogo in cui le suddette prestazioni sono materialmente eseguite.

Il regime di non imponibilità di cui trattasi è disciplinato a norma dell’art. 9 comma 1 n. 6 del DPR 633/72, il quale concerne – tra gli altri – “i servizi prestati nei porti (...) che riflettono direttamente il funzionamento e la manutenzione degli impianti ovvero il movimento di beni o mezzi di trasporto”.

In materia è stata, quindi, emanata la norma di interpretazione autentica di cui all’art. 3 comma 13 del DL 90/1990 (conv. L. 165/1990), prescindendo che tra i servizi prestati nei porti ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU