X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Giovedì, 24 settembre 2020 - Aggiornato alle 6.00

IMPRESA

Da provare la necessità di informazioni sulle operazioni con parti correlate

L’obbligo di informativa sorge per le operazioni non effettuate a condizioni di mercato

/ Maurizio MEOLI

Sabato, 18 gennaio 2020

x
STAMPA

download PDF download PDF

Il Tribunale di Milano, nella sentenza n. 6040/2019, fornisce importanti chiarimenti in tema di informazioni in Nota integrativa circa le operazioni con parti correlate e di patrimonializzazione di costi di sviluppo.

Ai sensi dell’art. 2427 n. 22-bis c.c., applicabile ratione temporis, la Nota integrativa deve indicare anche le operazioni realizzate con parti correlate, precisando l’importo, la natura del rapporto e ogni altra informazione necessaria per la comprensione del bilancio relativa a tali operazioni, qualora le stesse “siano rilevanti” e “non siano state concluse a normali condizioni di mercato”. Le informazioni relative alle singole operazioni possono essere aggregate secondo la loro natura, salvo quando la loro separata evidenziazione sia necessaria

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU