X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Sabato, 22 febbraio 2020 - Aggiornato alle 6.00

IL CASO DEL GIORNO

La rottamazione dei ruoli non costituisce rinuncia alla prescrizione

/ Alice BOANO e Alfio CISSELLO

Lunedì, 20 gennaio 2020

La disciplina della rinuncia alla prescrizione è contenuta nell’art. 2937 c.c. Il terzo comma della richiamata norma sancisce, infatti, che “la rinunzia può risultare da un fatto incompatibile con la volontà di valersi della prescrizione”.
In ambito fiscale l’applicazione della disposizione pone non pochi dubbi interpretativi.

Si pensi al caso in cui venga presentata una domanda di rottamazione su alcune cartelle di pagamento e poi, successivamente, il contribuente non provveda al versamento degli importi, venendo così meno la rottamazione stessa.
Occorre dunque, in questo contesto, chiedersi quali effetti abbia l’avvenuta presentazione dell’istanza di rottamazione delle cartelle e, in particolare, se possa considerarsi al pari di una rinuncia alla prescrizione

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU