X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Lunedì, 28 settembre 2020 - Aggiornato alle 6.00

LAVORO & PREVIDENZA

Diritto allo smart working per i lavoratori disabili

Il Ministero del Lavoro illustra alcune misure di interesse previste dal decreto «Cura Italia» per i lavoratori dipendenti

/ Mario PAGANO

Giovedì, 26 marzo 2020

x
STAMPA

download PDF download PDF

A pochi giorni dall’entrata in vigore del DL 18/2020 (decreto “Cura Italia”), oltre all’INL, che si è espresso con la nota n. 2211 del 24 marzo scorso, anche il Ministero del Lavoro ha, nella stessa data, diramato la circolare esplicativa n. 3/2020, che si sofferma su alcune disposizioni di interesse generale in favore del personale dipendente, sia pubblico che privato.

Il primo punto riguarda l’art. 24 del decreto “Cura Italia”, che è intervenuto sulla disciplina dei permessi, previsti dalla L. 104/92 e riservati anche ai lavoratori del settore privato.
Più in particolare, si prevede che il numero di giorni di permesso retribuito coperto da contribuzione figurativa di cui all’art. 33 comma 3 della L. 104/92, sia incrementato di ulteriori complessive ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU