X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Venerdì, 27 novembre 2020 - Aggiornato alle 6.00

IMPRESA

Sanzioni al creditore che contribuisce all’aggravamento del sovraindebitato

L’OCC deve indicare nella propria relazione se il soggetto finanziatore ha o meno tenuto conto del merito creditizio del debitore

/ Chiara CRACOLICI e Alessandro CURLETTI

Sabato, 29 agosto 2020

x
STAMPA

download PDF download PDF

La questione relativa alle conseguenze connesse alla mancata valutazione del merito creditizio del debitore da parte dei creditori nelle procedure di sovraindebitamento di cui alla L. 3/2012 ha suscitato un articolato dibattito in seno alla giurisprudenza di merito, di cui si è già dato conto su Eutekne.info (si veda “Liquidazione del patrimonio non subordinata alla meritevolezza” del 23 dicembre 2019).

I contorni del menzionato dibattito giurisprudenziale si sono scrupolosamente delineati intorno alla procedura di piano del consumatore e si sono concentrati sull’eventuale possibilità o meno, per il giudice, di riconoscere, nell’ambito di tale procedura, in capo al debitore consumatore la meritevolezza di cui all’art. 12-bis comma 3 (nella sua normativa accezione ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU