X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Sabato, 30 maggio 2020 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Nella scissione riserva di rivalutazione relativa all’immobile da ripartire con la beneficiaria

Una volta terminato il periodo di «sorveglianza» previsto dalla norma di rivalutazione, cessa la connessione tra il saldo attivo e il bene rivalutato

/ Salvatore SANNA

Sabato, 28 marzo 2020

x
STAMPA

download PDF download PDF

Con la risposta a interpello n. 97, pubblicata ieri, l’Agenzia delle Entrate interviene su un’operazione di scissione parziale con attribuzione di un immobile e la conseguente ricostituzione della riserva iscritta a seguito della rivalutazione degli immobili ex art. 15 comma 16 e ss. del DL 185/2008.

Nel caso di specie, tale riserva accoglie il saldo attivo non affrancato che corrisponde alla rivalutazione rilevante ai fini fiscali dell’immobile strumentale di proprietà della società che intende scindersi. Pertanto, si tratta di una posta di patrimonio netto in sospensione di imposta.

Ai sensi del comma 9 dell’art. 173 del TUIR, le riserve in sospensione d’imposta iscritte nell’ultimo bilancio della società scissa devono essere ricostituite dalle beneficiarie ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU