X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Mercoledì, 14 aprile 2021 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Nessuna detrazione IVA se l’immobile locato è abitativo

La Suprema Corte si è pronunciata sulle manutenzioni di un fabbricato locato per uso professionale

/ Stefano SPINA

Venerdì, 15 maggio 2020

x
STAMPA

download PDF download PDF

La Cassazione, con l’ordinanza n. 7226/2020 affronta il tema della deducibilità dei costi e della detraibilità dell’IVA in riferimento ai lavori di ristrutturazione di un fabbricato, accatastato nella categoria catastale A/2 (abitazioni di tipo civile), sostenuti da un professionista che deteneva l’immobile in base ad un contratto di locazione (sebbene la pronuncia non sia chiarissima sul punto). Nello specifico il contribuente aveva interamente dedotto le spese nell’esercizio di sostenimento e detratto l’IVA, comportamenti invece contestati dall’Agenzia delle Entrate.

Per quanto riguarda le imposte dirette, in assenza di una disciplina specifica riferita alle migliorie sui beni di terzi, l’Agenzia delle Entrate, con ris. n. 99/2009, ha a suo tempo affermato

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU