X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Sabato, 15 agosto 2020 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

La territorialità IVA non incide sul mandato senza rappresentanza

La rilevanza territoriale dell’imposta dipende dalla qualificazione soggettiva del mandante e del mandatario

/ Maria Giulia BORSA

Martedì, 7 luglio 2020

x
STAMPA

download PDF download PDF

In dipendenza di un contratto di mandato senza rappresentanza (art. 1705 c.c.), le prestazioni rese o ricevute dal mandatario in nome proprio e per conto del mandante configurano, a norma dell’art. 3 comma 3 del DPR 633/72, prestazioni di servizi anche nei rapporti tra il mandante e il mandatario. Ciò che contraddistingue tale fattispecie contrattuale è, infatti, una finzione giuridica in base alla quale tutti gli obblighi e i diritti derivanti dagli atti compiuti con i terzi ricadono nella sfera del mandatario, il quale successivamente li trasmette al mandante determinando così, agli effetti dell’IVA, lo stabilirsi di un doppio rapporto giuridico: il primo intercorrente tra il mandante e il mandatario e il secondo tra il mandatario e il terzo, e viceversa.

Come più volte precisato ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU