X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Giovedì, 24 settembre 2020 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Conferimento di partecipazioni seguito da scissione asimmetrica non sempre abusivo

La risposta n. 248/2020 è giunta a conclusioni diametralmente opposte rispetto alla risposta n. 30/2018 pur nella similarità degli schemi adottati

/ Enrico ZANETTI

Venerdì, 7 agosto 2020

x
STAMPA

download PDF download PDF

Nessun abuso del diritto si rinviene nel caso in cui due o più società effettuino, a favore di una medesima società conferitaria newco, conferimenti di partecipazioni per i quali si rende applicabile il regime di “realizzo controllato” ai sensi dell’art. 175 del TUIR, cui segue la scissione totale asimmetrica della società conferitaria a favore di società beneficiarie partecipate ciascuna al 100% da una delle società conferenti.
Questo principio risulta confermato dalla risposta a interpello Agenzia Entrate 6 agosto 2020 n. 248, che ha affrontato il caso di due società, riconducibili a due distinte compagini sociali di tipo familiare, che possiedono il 50% ciascuna di una decina di società operanti nel settore immobiliare.

Stante la diversa visione prospettica di iniziativa ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU