X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Giovedì, 25 febbraio 2021 - Aggiornato alle 6.00

IL CASO DEL GIORNO

Detrazione IVA in più step con operazioni imponibili, esenti ed escluse

/ Mirco GAZZERA e Emanuele GRECO

Martedì, 27 ottobre 2020

x
STAMPA

download PDF download PDF

I soggetti passivi che esercitano sia attività che danno luogo a operazioni che conferiscono il diritto alla detrazione, sia attività che danno luogo a operazioni esenti IVA, determinano l’imposta ammessa in detrazione con il metodo del pro rata (art. 19 comma 5 del DPR 633/72). Tali soggetti potrebbero effettuare anche operazioni fuori dal campo di applicazione dell’imposta, diverse da quelle per cui spetta il diritto alla detrazione ex art. 19 comma 3 del DPR 633/72. In questo caso, occorre individuare la corretta modalità per determinare l’IVA detraibile.

Una circostanza di questo tipo potrebbe riguardare, ad esempio, una società finanziaria che effettua consulenza in materia di investimenti (in regime di esenzione IVA), congiuntamente alla gestione individuale del portafoglio ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU