X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Lunedì, 17 maggio 2021 - Aggiornato alle 6.00

IL CASO DEL GIORNO

L’accesso alla sala cinema virtuale è un servizio elettronico ai fini IVA

/ Corinna COSENTINO e Emanuele GRECO

Martedì, 3 novembre 2020

x
STAMPA

download PDF download PDF

In alcuni settori, come quello dei cinema, l’emergenza sanitaria e le conseguenti restrizioni previste dalla legge, soprattutto nel periodo del “lockdown”, hanno spinto gli esercenti a cercare soluzioni alternative per proseguire l’attività, sfruttando le opportunità offerte dalla rete internet. Sono state proposte, ad esempio, proiezioni di film in streaming in “sale virtuali” volte a riprodurre sul web, in una certa misura, l’esperienza della fruizione nella sala cinematografica.

Nell’ambito di tali operazioni, lo spettatore può acquistare il biglietto sul sito del cinema. Dopodiché riceve via mail il link di accesso al film e uno specifico codice, corrispondente al suo posto nella sala virtuale, che peraltro riproduce il numero dei posti della ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU