X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Mercoledì, 14 aprile 2021 - Aggiornato alle 6.00

IMPRESA

Prescrizione del credito dal progetto di ripartizione definitivo

I crediti concorsuali divengono esigibili dal momento in cui siano inseriti nel piano di riparto e non dal decreto di omologazione

/ Antonio NICOTRA

Martedì, 2 marzo 2021

x
STAMPA

download PDF download PDF

Il Tribunale di Roma 3 febbraio 2021 ha affermato che, nell’ambito del concordato preventivo, il termine di prescrizione per la riscossione dei crediti concorsuali decorre non dal deposito del decreto di omologazione, ma dal momento in cui diviene esecutivo il progetto di ripartizione (parziale o finale) che ne preveda il pagamento.

Nel caso di specie, il debitore in concordato preventivo agiva, ex art. 702-bis c.p.c., nei confronti della procedura per accertare l’intervenuta prescrizione (e conseguente inesigibilità) dei crediti vantati da alcuni creditori, per il decorso, senza interruzione, del termine decennale di cui all’art. 2946 c.c., che avrebbe avuto, quale dies a quo, il deposito del decreto di omologa del concordato.

Ai sensi dell’art. 168 comma 1 del RD 267/42, ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU