X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Mercoledì, 1 dicembre 2021 - Aggiornato alle 6.00

CONTABILITÀ

Impatto delle deroghe sulla Nota integrativa fin dai criteri di valutazione

La descrizione dei criteri di valutazione va adattata a seconda delle diverse fattispecie applicative delle norme di sostegno

/ Fabrizio BAVA e Stefano DE ROSA

Venerdì, 30 aprile 2021

x
STAMPA

download PDF download PDF

Le numerose norme ad hoc emanate per sostenere i bilanci 2020 delle imprese impattano sulla Nota integrativa fin dall’indicazione iniziale dei “criteri applicati nella valutazione delle voci del bilancio” (art. 2427 c.c. n. 1). Nella Nota integrativa devono essere illustrati i criteri adottati nella valutazione delle attività e passività di Stato patrimoniale e devono essere indicate eventuali modifiche a tali criteri rispetto a quelli applicati nel precedente esercizio.

Quest’anno, grazie alle norme di sostegno, sarà possibile derogare ad alcuni criteri di valutazione; è il caso della possibilità di sospendere in tutto o in parte gli ammortamenti, della possibilità di rivalutare i beni d’impresa e della deroga sulla continuità aziendale, per citare i più rilevanti. ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU