X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Domenica, 24 ottobre 2021

FISCO

Prestiti obbligazionari sottoscritti dai soci potenzialmente elusivi

Secondo la Cassazione è uno dei possibili indicatori di una condotta elusiva diretta a trasformare gli utili in interessi

/ Alessandro COTTO

Giovedì, 29 aprile 2021

x
STAMPA

download PDF download PDF

L’ordinanza n. 11151 depositata ieri dalla Cassazione rinvia alla C.T. Reg. il giudizio circa i profili elusivi di un prestito obbligazionario sottoscritto per intero dai soci di una società a ristretta base proprietaria.

La questione risale a periodi d’imposta nei quali era ancora in vigore l’art. 3 comma 115 della L. 549/1995, in base al quale erano indeducibili gli interessi passivi relativi a obbligazioni e titoli similari emessi da società ed enti non quotati, diversi dalle banche, nel caso in cui l’ammontare di tali interessi superasse una determinata soglia individuata dalla legge.
Tale norma (abrogata dal DLgs. 147/2015) non ha tuttavia un impatto diretto sulla pronuncia in commento.
Il motivo per cui la Cassazione rinvia al giudice di secondo grado è rappresentato ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU