X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Domenica, 26 settembre 2021 - Aggiornato alle 11.50

IL PUNTO / TUTELA DEL PATRIMONIO

La dotazione del trust è sempre soggetta a imposta fissa

Non ci sono ipotesi di trust che realizzano un immediato passaggio al beneficiario finale perché ci si troverebbe davanti a una donazione semplice

/ Maurizio CASALINI

Venerdì, 14 maggio 2021

x
STAMPA

download PDF download PDF

Non rileva che il trust sia autodichiarato o meno, che sia o non sia di natura traslativa, quel che rileva è che in tema di imposta di donazione, registro e ipocatastali, la costituzione del vincolo di destinazione di cui all’art. 2, comma 47 del DL 262/2006, non costituisce autonomo presupposto impositivo, essendo necessario un effettivo trasferimento di ricchezza mediante attribuzione patrimoniale stabile e non meramente strumentale.

Ribadisce tale principio l’ordinanza n. 11099/2021 della Cassazione, rigettando il ricorso presentato dall’Agenzia delle Entrate avverso la sentenza della C.T. Reg. Marche la quale aveva ritenuto soggetto ad imposte di registro ed ipocatastali in misura fissa, invece che proporzionali, l’atto registrato tramite il quale una società istituiva ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU