X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Giovedì, 28 ottobre 2021 - Aggiornato alle 6.00

IMPRESA

Socio superstite di snc punito se abusa del processo per non pagare l’erede

Il valore da liquidare è da definire alla data del decesso del socio

/ Maurizio MEOLI

Venerdì, 14 maggio 2021

x
STAMPA

download PDF download PDF

In caso di decesso di uno dei due soci di una snc e di mancata redazione o contestazione della situazione patrimoniale tesa a quantificare il valore della quota da liquidare agli eredi del defunto, è onere del socio superstite dimostrare quale sia l’effettiva consistenza del patrimonio sociale nel giorno in cui si è verificata la morte dell’altro socio. Non può ricondursi alla situazione patrimoniale normativamente richiesta un semplicistico prospetto entrate/uscite, privo di adeguato supporto documentale, dal quale emergerebbe un valore della quota da liquidare assolutamente esiguo.

Il fatto che il socio superstite, del tutto pretestuosamente, si sottragga alla produzione della documentazione contabile indispensabile alla ricostruzione dell’effettiva situazione patrimoniale ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU