X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Domenica, 26 settembre 2021 - Aggiornato alle 11.50

IMPRESA

Sterilizzate anche le perdite non da COVID-19

Possibile procedere direttamente ad aumenti di capitale a pagamento; fino al 30 giugno si sarebbe potuto anche con le maggioranze agevolate ex DL 76/2020

/ Maurizio MEOLI

Sabato, 31 luglio 2021

x
STAMPA

download PDF download PDF

La disciplina sulla sterilizzazione delle perdite ex art. 6 del DL 23/2020 convertito – sia quella previgente che quella attuale (ridisegnata dall’art. 1 comma 266 della L. 178/2020) – è facoltativa e da riferire anche alle perdite maturate prima del periodo di riferimento. Durante la relativa operatività – che impone comunque la convocazione dell’assemblea per l’assunzione degli opportuni provvedimenti – è possibile procedere ad aumenti di capitale a pagamento non preceduti dalla riduzione a copertura delle perdite. Anzi, fino al 30 giugno scorso, sarebbe stato addirittura possibile, per tali operazioni, decidere con la maggioranza agevolata prevista dall’art. 44 del DL 76/2020 convertito.
Sono queste le interessanti indicazioni che emergono dalla lettura dell’ordinanza

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU