X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Mercoledì, 1 dicembre 2021 - Aggiornato alle 6.00

IMPRESA

Notizie di stampa possibili elementi probatori per la revocatoria fallimentare

È necessario valutarne le caratteristiche perché siano idonee alla prova della scientia decoctionis

/ Antonio NICOTRA

Mercoledì, 1 settembre 2021

x
STAMPA

download PDF download PDF

Con sentenza n. 23650 depositata ieri, la Corte di Cassazione ritorna sul tema degli elementi probatori rilevanti ai fini della revocatoria fallimentare ex art. 67 comma 2 del RD 267/42, affermando la piena idoneità degli articoli di stampa, che riportano la notizia della crisi di una società poi fallita, a costituire indizio dal quale, unitamente ad altri elementi, dedurre la prova della sussistenza della scientia decoctionis da parte dell’accipiens.

La procedura concorsuale, ove solleciti la declaratoria di inefficacia di un atto ex art. 67 comma 2 del RD 267/42, deve fornire la prova della sussistenza dell’elemento soggettivo della conoscenza – effettiva e non meramente potenziale – dello stato di insolvenza in capo all’accipiens.

La prova può essere fornita in via diretta, ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU