X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Mercoledì, 20 ottobre 2021 - Aggiornato alle 6.00

IMPRESA

Il fallito può amministrare la srl ancora per poco

A breve l’art. 2382 c.c. sarà applicabile anche alle srl

/ Maurizio MEOLI

Venerdì, 17 settembre 2021

x
STAMPA

download PDF download PDF

Anche un soggetto fallito può essere amministratore di srl. A ribadirlo è l’ordinanza n. 25050 della Cassazione depositata ieri, a conferma di quanto già stabilito dalla Suprema Corte nella sentenza 8 agosto 2013 n. 18904, secondo la quale le nomine degli amministratori di srl, salvo diverse indicazioni statutarie, non sono più soggette a cause di ineleggibilità o di decadenza, né risultano applicabili per analogia le norme dettate per la spa dall’art. 2382 c.c. (contra: Trib. Roma 23 gennaio 2018).

Tale soluzione non è stata condivisa neppure dalla curatela fallimentare del caso di specie, che vedeva l’amministratore della srl fallita adoperarsi nelle questioni insorte nell’ambito della procedura concorsuale nonostante fosse già stato dichiarato anche personalmente fallito ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU