X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Sabato, 22 gennaio 2022 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Scarso appeal per i registri IVA precompilati

Secondo ANC e Confimi saranno poche le imprese che potranno beneficiarne. Servono interventi urgenti sull’esterometro

/ REDAZIONE

Martedì, 5 ottobre 2021

x
STAMPA

download PDF download PDF

L’introduzione dei registri IVA precompilati, al momento in fase sperimentale, non rappresenta una reale semplificazione per le imprese ma solo per l’Amministrazione finanziaria, che potrà sfruttare i “big data” di fatturazione elettronica e corrispettivi telematici ai fini accertativi e statistici. La denuncia arriva dall’Associazione nazionale commercialisti e da Confimi Industria (Confederazione dell’industria manifatturiera italiana e dell’impresa privata), secondo cui su una platea potenziale di circa 2 milioni di imprese ben poche potranno avvalersi di questo strumento.

“Il beneficio dei registri IVA precompilati – spiegano in un comunicato stampa diffuso ieri – è normativamente escluso per le imprese minori che hanno optato per la via di ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU