X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Martedì, 30 novembre 2021 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Permuta tra Stato e Provincia con registro fisso

L’atto è assoggettato poi a imposta ipotecaria nella misura fissa di 200 euro, mentre l’imposta catastale è dovuta nella misura dell’1%

/ REDAZIONE

Giovedì, 21 ottobre 2021

x
STAMPA

download PDF download PDF

L’atto di trasferimento di un complesso immobiliare appartenente allo Stato, a favore della Provincia X, contro la realizzazione da parte della Provincia di una serie di interventi, configurando una permuta tra Stato e Provincia, deve essere assoggettato a imposta di registro nella misura fissa di 200 euro ai sensi del previgente art. 1 punto 7 della Tariffa, parte prima, allegata al DPR 131/86, nonché all’imposta ipotecaria nella misura fissa di 200 euro, mentre l’imposta catastale è dovuta nella misura dell’1%, ex art. 10 comma 1 del DLgs. 347/90.
Lo afferma l’Agenzia delle Entrate nella risposta a interpello n. 739, pubblicata ieri.

In primo luogo, il documento ricorda che l’evoluzione normativa subita dall’art. 10 comma 4 del DLgs. 23/2011 – che, ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU