Chiudi senza accettare

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili ad avere un'esperienza di navigazione migliorata e funzionale al tipo di dispositivo utilizzato, secondo le finalità illustrate nella Cookie Policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, puoi farlo in qualsiasi momento selezionando Gestisci le preferenze.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Giovedì, 11 agosto 2022 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Di nuovo a rischio l’esclusione IVA per il non profit

Le operazioni nei confronti degli associati verrebbero attratte nel campo IVA ma potrebbero beneficiare del regime di esenzione

/ Corinna COSENTINO

Martedì, 7 dicembre 2021

x
STAMPA

download PDF download PDF

Il Ddl. di conversione in legge del DL 146/2021 (DL fiscale), approvato dal Senato il 2 dicembre scorso, contiene alcune disposizioni che, se confermate, eliminerebbero le attuali ipotesi di esclusione dall’IVA previste per le cessioni di beni e le prestazioni di servizi effettuate da taluni enti associativi nei confronti dei loro soci. Ancora una volta, dunque, il legislatore prova a intervenire sull’art. 4 del DPR 633/72 al fine di adeguare la normativa interna a quella comunitaria, definendo la procedura di infrazione n. 2008/2010 avviata dall’Ue.

Si ricorda, infatti, che un primo tentativo di modifica della normativa si era avuto con il Ddl. di bilancio 2021, il quale riportava una disposizione pressoché identica a quella ora inserita nel DL fiscale. La novità, tuttavia, ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU