ACCEDI
Venerdì, 12 luglio 2024 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Detrazione IVA per diretta afferenza impossibile per le attività miste

L’occasionalità dell’operazione imponibile è riconosciuta se è esercitata un’unica attività esente

/ Luca BILANCINI e Enrico ZANETTI

Venerdì, 26 aprile 2024

x
STAMPA

download PDF download PDF

In base ai criteri generali, dettati dall’art. 19 del DPR 633/72, il diritto alla detrazione dell’IVA è strettamente collegato alla natura delle operazioni in cui i beni o i servizi – acquistati o importati – vengono impiegati ed è esercitabile unicamente laddove dette operazioni risultino imponibili (C.M. n. 328/97).
Tale diritto trova, infatti, una limitazione laddove i beni e i servizi afferiscano a operazioni esenti o comunque non soggette all’imposta (salve le eccezioni previste dall’art. 19 comma 3 del decreto IVA).

Regole particolari si applicano nell’ipotesi in cui il soggetto passivo svolga sia attività che danno luogo a operazioni soggette a IVA, sia attività che danno luogo a operazioni esenti da imposta. In tale circostanza, infatti, è previsto che la ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU