ACCEDI
Martedì, 28 maggio 2024 - Aggiornato alle 6.00

LAVORO & PREVIDENZA

Esonero contributivo per chi assume disoccupate con il reddito di libertà

L’INPS fornisce le prime indicazioni sull’incentivo in favore dei datori di lavoro privati per l’assunzione di donne vittime di violenza

/ Giulia CAPRA QUARELLI

Mercoledì, 6 marzo 2024

x
STAMPA

download PDF download PDF

L’INPS, con la circolare n. 41 pubblicata ieri, ha fornito le prime indicazioni riguardanti l’ambito di applicazione dell’esonero contributivo, introdotto dall’art. 1 commi 191 ss. della L. 213/2023 (legge di bilancio 2024), per le assunzioni di donne disoccupate, beneficiarie del reddito di libertà ex art. 105-bis del DL 34/2020.
In premessa, si precisa che saranno fornite, con apposito messaggio, istruzioni circa la fruizione della misura, soprattutto riguardo al procedimento di richiesta di ammissione all’esonero e alle modalità di compilazione delle dichiarazioni contributive da parte dei datori di lavoro beneficiari.

Tale esonero spetta in favore dei datori di lavoro privati che, nel triennio 2024-2026, assumano donne disoccupate ex art. 19 del DLgs. 150/2015, ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU