X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Mercoledì, 26 giugno 2019 - Aggiornato alle 6.00

IMPRESA

Al via il nuovo Codice della crisi di impresa

Il Consiglio dei Ministri ha approvato ieri in via definitiva il DLgs. di attuazione della L. 155/2017

/ Antonio NICOTRA

Venerdì, 11 gennaio 2019

Il Consiglio dei Ministri ha approvato in via definitiva, nella giornata di ieri, il nuovo Codice della crisi di impresa e dell’insolvenza (DLgs. di attuazione della L. 155/2017).
Tra le numerose novità è contemplata una specifica disciplina sugli accordi di ristrutturazione dei debiti.
I principi generali della normativa di riferimento, attualmente contenuti nell’art. 182-bis del RD 267/42, saranno delineati – stando all’attuale versione della bozza di DLgs. – negli artt. 57-64 del Codice.

L’art. 57 del DLgs. ricalca il comma 1 dell’art. 182-bis del RD 267/42, compreso il quorum del 60% del passivo, precisando, peraltro, la preclusione soggettiva all’imprenditore c.d. “minore”, definito all’art. 2 comma 1 lett. e) dello schema come l’impresa

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU