X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Mercoledì, 26 giugno 2019 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Esente da registro il trasferimento tra coniugi anche se differito nel tempo

La C.T. Reg. Liguria ammette l’esenzione anche per un atto operato 22 anni dopo l’accordo di separazione

/ Stefano COMISI

Lunedì, 27 maggio 2019

Ai sensi dell’art. 19 della L. 74 del 6 marzo 1987, gli atti relativi allo scioglimento o alla cessazione degli effetti civili del matrimonio sono esenti dal versamento dell’imposta di registro, dell’imposta di bollo e di ogni altra tassa.
In applicazione di tale disposizione, le divisioni e i trasferimenti immobiliari tra coniugi derivanti da un accordo di separazione non scontano l’imposta di registro.

Secondo la Commissione tributaria regionale per la Liguria (sentenza 27 marzo 2019 n. 437/1/19), tale agevolazione non può essere esclusa a causa del notevole lasso temporale intercorso tra il verbale di separazione e l’adempimento degli obblighi assunti con la sottoscrizione dello stesso.

Nel 2016 l’Agenzia delle Entrate notificava un avviso di liquidazione ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU