X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Giovedì, 12 dicembre 2019 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Aumento delle aliquote IVA rinviato al 1° gennaio 2021

Il disegno di legge di bilancio conferma per l’anno di imposta 2020 le aliquote del 10% e 22% attualmente vigenti

/ Mirco GAZZERA e Emanuele GRECO

Venerdì, 22 novembre 2019

L’incremento delle aliquote IVA ordinaria e ridotta, prospettato per il 1° gennaio 2020 ai sensi dell’art. 1 comma 718 della L. 190/2014 (e modifiche successive), non dovrebbe avere luogo.
Il provvedimento, già annunciato nei mesi scorsi dal Governo ed espresso nella nota di aggiornamento al DEF, trova adesso la prima formulazione normativa nel Ddl. di bilancio 2020.

Il disegno di legge, attualmente all’esame della Commissione Bilancio del Senato, prevede infatti la sterilizzazione completa per il 2020 e parziale dal 2021 delle clausole di salvaguardia relative all’IVA e alle accise.
Anche per il prossimo anno, dunque, verrebbero confermate l’aliquota IVA ordinaria e quella ridotta nella misura vigente ossia, rispettivamente, il 22% e il 10%.
Le clausole di salvaguardia ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU