X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Domenica, 26 settembre 2021 - Aggiornato alle 11.50

FISCO

Udienze da remoto e depositi telematici in Cassazione fino al 31 dicembre

La proroga dello stato di emergenza impatta anche sul processo tributario

/ Dario AUGELLO e Gabriella DE MATTIA

Giovedì, 29 luglio 2021

x
STAMPA

download PDF download PDF

Con il DL 105/2021 il Governo ha prolungato fino al 31 dicembre 2021 lo stato di emergenza per la diffusione del coronavirus già dichiarato con deliberazione del Consiglio dei Ministri del 31 gennaio 2020 e successivamente prorogato a più riprese fino al 31 luglio 2021.
Inoltre, con lo stesso decreto legge, vengono prorogati fino al 31 dicembre i termini correlati con lo stato di emergenza.

Ciò impatta, tra l’altro, sulle modalità di svolgimento del processo tributario davanti alle Commissioni e sul deposito di atti e documenti nei procedimenti civili e tributari in Corte di Cassazione.
Da un lato, per effetto dell’art. 6 del DL 105/2021, che rinvia all’allegato A, n. 19, risulta prorogata fino a fine anno la previsione contenuta nell’art. 27, comma 1 del DL 137/2020 convertito. ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU