ACCEDI
Domenica, 23 giugno 2024

ECONOMIA & SOCIETÀ

Unioni civili tutelate anche dopo il mutamento di sesso

Per la continuità dei diritti matrimonio da contrarre entro 180 giorni dalla sentenza di rettificazione

/ Carmela NOVELLA

Martedì, 23 aprile 2024

x
STAMPA

download PDF download PDF

Con la sentenza n. 66 pubblicata ieri, 22 aprile, la Consulta ha dichiarato l’illegittimità costituzionale degli artt. 1 comma 26 della L. 76/2016 e 70-octies comma 5 del DPR 396/2000 (aggiunto dall’art. 1 comma 1 lett. t) del DLgs. 5/2017), nella parte in cui non apprestano un’adeguata tutela al diritto fondamentale dei soggetti coinvolti in un’unione civile omoaffettiva di poter conservare, senza soluzione di continuità, le garanzie giuridiche connesse al precedente status, una volta che uno di essi abbia portato a compimento il percorso di affermazione della propria identità di genere.

Nel caso di specie, l’evidenziata lacuna normativa era stata sottoposta a censura dal giudice rimettente sulla base di un raffronto con la disciplina dettata dall’ordinamento ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU