ACCEDI
Venerdì, 19 luglio 2024 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Per la fattura con sconto integrale superbonus vale la data inserita nel file

In caso di nuovo inoltro entro cinque giorni dallo scarto l’agevolazione non perde l’efficacia

/ Luca BILANCINI e Arianna ZENI

Martedì, 14 maggio 2024

x
STAMPA

download PDF download PDF

Se una fattura in cui viene riportato lo sconto sul corrispettivo “integrale” dell’importo dovuto per effetto del superbonus è stata trasmessa negli ultimi giorni di dicembre 2023 (il 30 nel caso di specie, ma è evidente che il medesimo principio possa valere anche se la trasmissione fosse avvenuta, ad esempio, il 31 o il 29) ed è stata scartata dal SdI, il suo re-inoltro nei cinque giorni successivi alla ricezione del messaggio di scarto avrebbe consentito di conservare i requisiti formali e sostanziali per beneficiare dell’agevolazione nella misura del 110% anche se avvenuto nei primi giorni del 2024 (e non, invece, nella misura del 70% che spetta per le spese sostenute dal 1° gennaio 2024).

Ancora, sempre nel caso di sconto “integrale” per interventi superbonus, ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU