X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Domenica, 28 novembre 2021

IL CASO DEL GIORNO

Versamento degli acconti per esercizi inferiori a 12 mesi

/ Luca FORNERO

Sabato, 22 maggio 2010

x
STAMPA

La chiusura anticipata dell’esercizio sociale, al fine di divenire soggetto “solare” da soggetto “non solare” o viceversa, può determinare alcuni problemi applicativi all’atto del versamento degli acconti IRES e IRAP, per via della mancanza di specifiche disposizioni.

Si consideri il caso, ad esempio, di una società di capitali che ha deliberato la chiusura anticipata al 31 dicembre 2009 dell’esercizio sociale che andava dal 1° maggio al 30 aprile. In tale ipotesi, si è creato in via transitoria un periodo d’imposta di durata inferiore a 12 mesi (1° maggio 2009 - 31 dicembre 2009). Ciò nonostante, ai fini dichiarativi e di versamento si applicano le regole ordinarie.
Pertanto, gli acconti IRES e IRAP relativi al periodo “breve” ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU