Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Domenica, 4 dicembre 2022

IL CASO DEL GIORNO

La stabile organizzazione inattiva non preclude il rimborso IVA

/ Lelio CACCIAPAGLIA e Francesco D'ALFONSO

Mercoledì, 9 ottobre 2013

x
STAMPA

download PDF download PDF

Per la Corte UE (sentenza 25 ottobre 2012, cause C-318/11 e C-319/11), il soggetto non residente che possieda una stabile organizzazione nello Stato membro, se non ha effettuato operazioni imponibili in tale Stato, può chiedere il rimborso dell’IVA relativa all’acquisto di beni e servizi.

La disciplina concernente il rimborso dell’IVA ai soggetti passivi stabiliti in uno Stato UE diverso da quello in cui si chiede il rimborso è contenuta nella direttiva 2008/9/CE del 12 febbraio 2008. Quest’ultima prevede che un soggetto passivo stabilito, per poter ottenere il rimborso in un altro Stato membro, deve trovarsi, nel periodo di riferimento della richiesta di rimborso, nelle seguenti situazioni:
- non deve avere in detto Stato né la sede della propria attività economica, né ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU