X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Giovedì, 21 ottobre 2021 - Aggiornato alle 6.00

IL CASO DEL GIORNO

Deduzione IRAP «potenziata» senza dichiarazione sostitutiva

/ Luca FORNERO

Giovedì, 5 marzo 2015

x
STAMPA

download PDF download PDF

L’Agenzia delle Entrate – ci segnalano alcuni lettori – talvolta recupera a tassazione la deduzione “potenziata” IRAP per dipendenti a tempo indeterminato impiegati nelle aree svantaggiate (Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia), qualora non sia stata presentata la dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà (ex art. 47 del DPR 445/2000) secondo quanto previsto dall’art. 16-bis comma 11 della L. 11/2005.
Ad avviso dell’Amministrazione finanziaria, infatti, in assenza del predetto invio, la deduzione forfetaria può competere soltanto negli importi base.

In proposito, si ricorda che, per i dipendenti impiegati nelle suddette Regioni, è deducibile, nei limiti delle regole relative agli aiuti “de minimis”, ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU