Chiudi senza accettare

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili ad avere un'esperienza di navigazione migliorata e funzionale al tipo di dispositivo utilizzato, secondo le finalità illustrate nella Cookie Policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, puoi farlo in qualsiasi momento selezionando Gestisci le preferenze.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Venerdì, 1 luglio 2022 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Illegittimo il diniego di rateazione per «indice di liquidità» superiore a uno

I giudici cassano le direttive di Equitalia, dando rilievo alla concreta situazione di crisi del contribuente

/ Alfio CISSELLO

Venerdì, 27 marzo 2015

x
STAMPA

download PDF download PDF

Ai fini dell’accesso alla dilazione dei ruoli ai sensi dell’art. 19 del DPR 602/73, Equitalia ha diramato varie direttive interne.
Da ultimo, con il comunicato stampa dell’8 maggio 2013, è stato specificato che, per i debiti del valore sino a 50.000 euro e per tutte le tipologie di debitori, la dilazione, in sostanza, viene concessa su mera domanda di parte, senza dimostrare lo stato di difficoltà economica.

A ben vedere, per venire incontro ai contribuenti, si può sostenere che Equitalia abbia “violato la legge”, almeno nella sua interpretazione letterale, in quanto l’art. 19 richiamato parla di stato di difficoltà finanziaria senza fare riferimento alla soglia dei 50.000 euro.
Tanto premesso, per i debiti di importo superiore, alle persone fisiche viene chiesto ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU