X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Giovedì, 21 ottobre 2021 - Aggiornato alle 6.00

IMPRESA

Illecito amministrativo di abuso di informazioni privilegiate con confisca ampia

Sarebbe confiscabile la sommatoria dell’importo utilizzato per l’acquisto e del profitto della rivendita delle azioni, costituenti prodotto dell’illecito

/ Maurizio MEOLI

Sabato, 7 aprile 2018

x
STAMPA

download PDF download PDF

La confisca per l’illecito amministrativo di abuso di informazioni privilegiate è obbligatoria ed investe la totalità del valore dei titoli movimentati (prodotto della condotta illecita) e non il solo profitto realizzato abusando dell’informazione riservata.

Ad affermare questo rigoroso e discutibile principio è la Cassazione nella sentenza n. 8590, depositata ieri.
Il caso di specie attiene al consigliere di amministrazione di una società finanziaria che, al contempo, rivestiva la posizione di presidente del CdA e membro del Comitato del credito di una banca controllata. Grazie a tale ultima posizione apprendeva dell’imminente acquisto, tramite la banca, di ingenti quantità di azioni di una nota società quotata. Nell’arco di una decina di giorni, quindi, procedeva, per

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU