ACCEDI
Mercoledì, 24 luglio 2024 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Confermati gli elementi di incoerenza per i rimborsi dei modelli 730

È stata data continuità alle situazioni «a rischio» individuate per i controlli preventivi sui 730/2017

/ Simone SUMA

Martedì, 26 giugno 2018

x
STAMPA

download PDF download PDF

Nella giornata di ieri è stato emanato il provvedimento n. 127084, con cui l’Agenzia delle Entrate ha approvato i criteri per individuare gli elementi di incoerenza da utilizzare per effettuare i controlli preventivi dei modelli 730/2018 che determinano un rimborso in capo al contribuente. L’Agenzia ha, nella sostanza, confermato i criteri che sono stati approvati con il precedente provvedimento 9 giugno 2017 n. 108815, in relazione ai modelli 730/2017.

Procedendo per gradi, si rammenta che l’art. 5 comma 3-bis del DLgs. 175/2014, come modificato dall’art. 1 comma 949 lett. f) della L. 208/2015, prevede una specifica disciplina in merito ai controlli preventivi sui modelli 730, in presenza di situazioni considerate “a rischio”.
In particolare, secondo detta ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU