X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Giovedì, 23 maggio 2019 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Reddito da allevamento con parametri invariati e nuove categorie

Il DM 15 marzo 2019, per il biennio 2018-2019, conferma i criteri fissati nel 2006 e introduce tartarughe e camelidi

/ Arianna ZENI

Sabato, 23 marzo 2019

Le tartarughe e i camelidi sono stati aggiunti alle categorie di animali il cui allevamento, nei limiti previsti, dà luogo a reddito agrario. Questa la novità contenuta nel DM 15 marzo 2019, che riguarda il biennio 2018-2019.
Nello specifico, rientrano tra le attività agricole ai fini delle imposte sui redditi e quindi tra le attività idonee a generare reddito agrario, l’allevamento di:
- tartarughe da riproduzione (oppure di lunghezza carapace > 20 cm);
- tartarughe da 0 a 9 anni (oppure di lunghezza carapace < 20 cm);
- camelidi (alpaca adulti, lama, guanaco).

Con il DM in commento, in corso di pubblicazione nella G.U., sono stati sostanzialmente confermati anche per il biennio 2018-2019 i parametri definiti dal DM 20 aprile 2006, necessari al fine della determinazione del reddito

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU