X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Venerdì, 14 agosto 2020 - Aggiornato alle 6.00

IL CASO DEL GIORNO

Fatture per la trasferta all’estero prive di rilevanza IVA

/ Corinna COSENTINO e Emanuele GRECO

Venerdì, 4 ottobre 2019

x
STAMPA

download PDF download PDF

Le prestazioni di servizi di cui fruiscono abitualmente l’imprenditore o il professionista quando operano al di fuori dell’Italia per ragioni connesse alla propria attività si caratterizzano per la loro rilevanza territoriale, ai fini dell’IVA, nello Stato estero.

Si pensi, in particolare:
- alle prestazioni di servizi di alloggio nel settore alberghiero, territorialmente rilevanti nello Stato in cui è ubicata la struttura ricettiva (art. 7-quater comma 1 lett. a) del DPR 633/72);
- alle prestazioni di servizi di ristorazione, territorialmente rilevanti nello Stato in cui la prestazione è materialmente eseguita (art. 7-quater comma 1 lett. c) del DPR 633/72);
- agli acquisti di carburante, territorialmente rilevanti ove avviene il rifornimento (art. 7-bis comma 1 del DPR 633/72); ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU