X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Giovedì, 24 settembre 2020 - Aggiornato alle 6.00

LAVORO & PREVIDENZA

Obbligo del Piano operativo di sicurezza se la ditta fornisce e posa il calcestruzzo

Quando l’ispettore può distinguere nettamente due ditte nelle due fasi di lavorazione, solo l’impresa esecutrice deve dotarsi del piano

/ Mario PAGANO

Mercoledì, 12 agosto 2020

x
STAMPA

download PDF download PDF

L’obbligo di dotarsi e, conseguentemente, esibire il Piano operativo di sicurezza, è previsto unicamente nell’ipotesi in cui la ditta che opera in cantiere abbia un ruolo attivo e, conseguentemente, nell’ipotesi del calcestruzzo, non si limiti alla mera fornitura dello stesso ma si spinga sino alla sua posa in opera.
Questo è quanto emerge dalla nota n. 1753 di ieri, con la quale la Direzione centrale tutela, sicurezza e vigilanza sul lavoro dell’Ispettorato nazionale (INL) ha fornito indicazioni operative su un tema sicuramente assai particolare, ma tutt’altro che remoto, come la fornitura e posa in opera di calcestruzzo preconfezionato. L’intervento dell’Ispettorato, al di là dell’argomento specifico, consente, comunque, una opportuna riflessione.

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU