X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Sabato, 10 aprile 2021 - Aggiornato alle 6.00

ECONOMIA & SOCIETÀ

L’inflazione USA spaventa i mercati

Le banche centrali sono intervenute in settimana a ribadire l’assoluta tranquillità sul tema

/ Stefano PIGNATELLI

Sabato, 27 febbraio 2021

x
STAMPA

download PDF download PDF

Un’altra settimana di forte rialzo per i tassi di interesse e per i rendimenti a medio lungo termine. Il Bond Usa sale a 1,5%, il Bund a -0,22%, il Btp 10 a 0,82% e l’Irs 10 a +0,07%. Rialzi che si aggirano sui 20 cent. per i titoli Usa ed Italia e di 10 cent. su Bund e Irs. Poco mosse le scadenze a breve: ferme quelle Usa e lieve increspatura di qualche centesimo per Bund e Irs. Soffre di più la carta italiana con rialzi di 10 cent. sul tratto breve (segui tassi e valute su www.aritma.eu). 

Le forti vendite sull’obbligazionario sono dettate da aspettative di inflazione in rialzo significativo rispetto allo scenario di riferimento: le previsioni di Fed e Bce di dicembre erano assolutamente tranquillizzanti, anzi l’inflazione resta sotto i target (previsione 2021-22-23

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU