X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Venerdì, 18 giugno 2021 - Aggiornato alle 6.00

NOTIZIE IN BREVE

Agevolazioni per le ZFU Sisma Centro Italia anche per attività avviate dopo il 18 luglio 2019

/ REDAZIONE

Sabato, 15 maggio 2021

x
STAMPA

Con la circ. n. 162876/2021, il Ministero dello Sviluppo economico ha esteso l’ambito soggettivo delle agevolazioni fiscali e contributive previste dall’art. 46 del DL 50/2017 in favore dei soggetti localizzati nella zona franca urbana (ZFU), istituita nei Comuni delle Regioni del Lazio, dell’Umbria, delle Marche e dell’Abruzzo colpiti dagli eventi sismici che si sono susseguiti a far data dal 24 agosto 2016.

La circolare in commento modifica la circ. n. 100050 dello scorso 29 marzo 2021, la quale ha definito i soggetti beneficiari, i requisiti di accesso, le agevolazioni concedibili e le modalità e i termini di presentazione delle istanze, alla luce delle novità introdotte dall’art. 57 comma 6 del DL 104/2020 (si veda “Domande per le agevolazioni della ZFU Sisma Centro Italia dal 20 maggio” del 1° aprile 2021).

In particolare, la modifica consente l’accesso alle agevolazioni anche alle imprese e ai professionisti che hanno avviato una nuova iniziativa economica nella ZFU in data successiva al 18 luglio 2019, data di chiusura del precedente sportello agevolativo per la ZFU attivato dal Ministero.
In precedenza, la circ. n. 100050/2021 prevedeva l’accesso, per le nuove iniziative economiche, se avviate nella ZFU in data successiva al 31 dicembre 2019.

TORNA SU