X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Mercoledì, 1 dicembre 2021 - Aggiornato alle 6.00

IMPRESA

Incerto il perimetro dei compiti dei professionisti del risanamento

L’esperto e l’ausiliario hanno attribuzioni parzialmente differenti

/ Tommaso NIGRO

Lunedì, 13 settembre 2021

x
STAMPA

download PDF download PDF

Il DL 118/2021 ha introdotto due rilevanti novità che risiedono nella “composizione negoziata per la soluzione della crisi d’impresa” e nel c.d. “concordato semplificato per la liquidazione del patrimonio”, procedimenti che rispondono entrambi alle esigenze di armonizzazione della direttiva comunitaria 2019/1023, da recepire entro il prossimo luglio 2022.

Organi di riferimento, determinanti per la buona riuscita di dette procedure, risultano essere, con attribuzioni parzialmente differenti, il professionista ”esperto” e quello ”ausiliario”, con una disposizione complessiva che, esaminata nel dettaglio, fa emergere più di un’incertezza, in ordine soprattutto al perimetro dei compiti che si è inteso ad essi demandare.

Il comma 2 dell’art. ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU