X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Lunedì, 25 ottobre 2021 - Aggiornato alle 6.00

IMPRESA

Con domanda di esecuzione trascritta il curatore non può sciogliere il preliminare

L’effetto prenotativo retroagisce alla domanda anche se la sentenza è successiva al fallimento

/ Antonio NICOTRA

Martedì, 28 settembre 2021

x
STAMPA

download PDF download PDF

La Corte di Cassazione n. 25049/2021 ritorna sul tema degli effetti della trascrizione della domanda di esecuzione del preliminare anteriormente al fallimento del promittente venditore e sulle conseguenze che la stessa determina in ordine al potere del curatore di sciogliersi dal contratto ex art. 72 del RD 267/42.

Nel caso di specie, a fronte di un preliminare immobiliare inadempiuto, il promissario acquirente otteneva una sentenza di esecuzione specifica per il trasferimento dell’immobile ex art. 2932 c.c.
La società, promittente venditrice, veniva dichiarata fallita dopo un breve lasso di tempo e i curatori fallimentari azionavano lo scioglimento del contratto ex art. 72 del RD 267/42.

Per i giudici di merito, lo scioglimento del contratto (non completamente eseguito) rientra tra i poteri ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU