X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Giovedì, 27 gennaio 2022 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Il domicilio indicato nella domanda di dilazione dei ruoli rende valida la notifica

Lo stesso dovrebbe valere per il contribuente

/ Alice BOANO

Giovedì, 9 dicembre 2021

x
STAMPA

download PDF download PDF

Il domicilio indicato nella domanda di dilazione dei ruoli rende valida la notifica presso l’indirizzo ivi indicato, a nulla rilevando l’indirizzo attestato nella certificazione anagrafica.
Ad affermarlo la Corte di Cassazione con la pronuncia n. 36766/2021.

Nella vicenda in esame, una contribuente aveva chiesto l’annullamento di sei cartelle di pagamento, mai notificate, essendo la stessa venuta a conoscenza di esse a seguito di istanza di rateazione di un’altra cartella e dal successivo estratto di ruolo.
Risultavano, infatti, due indirizzi diversi, uno presso l’anagrafe tributaria e uno dichiarato dalla contribuente mediante certificazione anagrafica. L’istanza di rateazione della cartella con cui era venuta a conoscenza di quelle oggetto di giudizio riportava

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU