Chiudi senza accettare

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili ad avere un'esperienza di navigazione migliorata e funzionale al tipo di dispositivo utilizzato, secondo le finalità illustrate nella Cookie Policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, puoi farlo in qualsiasi momento selezionando Gestisci le preferenze.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Giovedì, 30 giugno 2022 - Aggiornato alle 6.00

LAVORO & PREVIDENZA

Legittimità dubbia dell’iscrizione all’INPS di professionisti iscritti ad altra gestione

Il Tribunale di Rieti solleva la questione in merito a un architetto iscritto alla gestione dei lavoratori subordinati presso l’INPS in quanto docente

/ Giada GIANOLA

Venerdì, 4 marzo 2022

x
STAMPA

download PDF download PDF

Con ordinanza dell’8 febbraio 2022, il Tribunale di Rieti ha sollevato una questione di legittimità costituzionale in relazione all’art. 2 comma 26 della L. 335/95 e all’art. 18 comma 12 del DL 98/2011, conv. L. 111/2011, nella parte in cui prevedono l’obbligo di iscrizione alla Gestione separata presso l’INPS dei soggetti che, pur esercitando per professione abituale, benché non esclusiva, un’attività di lavoro autonomo subordinata all’iscrizione a un Albo, non risultino iscritti alla relativa Cassa previdenziale di categoria perché già iscritti presso un’altra gestione in ragione di altra attività esercitata.

Nel caso di specie si trattava di un architetto iscritto al relativo Albo professionale che svolgeva sia l’attività professionale ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU