Chiudi senza accettare

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili ad avere un'esperienza di navigazione migliorata e funzionale al tipo di dispositivo utilizzato, secondo le finalità illustrate nella Cookie Policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, puoi farlo in qualsiasi momento selezionando Gestisci le preferenze.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Martedì, 27 settembre 2022 - Aggiornato alle 6.00

ECONOMIA & SOCIETÀ

I deboli indici di fiducia PMI indicano il rallentare delle prospettive di crescita

La settimana appena iniziata riporterà l’attenzione sui prezzi con i dati delle statistiche sull’inflazione

/ Stefano PIGNATELLI

Martedì, 28 giugno 2022

x
STAMPA

download PDF download PDF

Elaborare il passaggio da una realtà con un solo grande problema, l’inflazione, a una realtà che dovrà anche includere il rischio concreto di recessione richiederà tempo ai mercati con la volatilità che resterà nel frattempo elevata. Gli indici PMI (direttori acquisti) pubblicati nei giorni scorsi, hanno portato alla ribalta proprio il tema della crescita (segui tassi e valute su www.aritma.eu).

I primi dati sull’attività economica nell’area euro in giugno confermano un quadro sempre più depresso. La crescita dell’attività delle imprese è rallentata in modo significativo – e ben oltre le previsioni – questo mese, poiché i consumatori, preoccupati per l’aumento delle bollette, hanno scelto di rimanere a casa e di rimandare gli acquisti per risparmiare. Il Composite

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU