ACCEDI
Sabato, 20 aprile 2024 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

L’evasione IRAP non può essere conteggiata ai fini della confisca penale

Vi è una sostanziale diversità di struttura che rende tale imposta esulante rispetto alle fattispecie penali richiamate dal DLgs. 74/2000

/ Maria Francesca ARTUSI

Mercoledì, 7 febbraio 2024

x
STAMPA

download PDF download PDF

Nel sequestro preventivo funzionale alla confisca del profitto dei reati tributari è irrilevante l’evasione dell’imposta regionale sulle attività produttive (IRAP), non trattandosi di un’imposta sui redditi in senso tecnico.

In questo senso, si è già formato un orientamento fondato sul rilievo che l’IRAP, avendo natura reale, si considera non incidente sul reddito e tale circostanza motiva l’esclusione della dichiarazione relativa a tale imposta ai fini del calcolo dell’imposta evasa penalmente rilevante (Cass. nn. 47107/2018 e 12810/2016).
Tali pronunce avevano trovato un aggancio nella circolare del Ministero delle Finanze n. 154 del 4 agosto 2000, secondo cui le dichiarazioni costituenti l’oggetto materiale dei reati tributari sono solamente le dichiarazioni ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU