ACCEDI
Mercoledì, 19 giugno 2024 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Registro proporzionale sul trasferimento universale del patrimonio

Per l’Agenzia delle Entrate l’operazione con immobili in Italia realizzata secondo il diritto francese non è assimilabile alla fusione

/ Anita MAURO e Carmela NOVELLA

Venerdì, 29 marzo 2024

x
STAMPA

download PDF download PDF

Con la risposta a interpello n. 81, pubblicata ieri, l’Agenzia delle Entrate esamina un caso in cui, per effetto dell’istituto di diritto francese denominato “trasferimento universale del patrimonio” (TUP), una società francese, proprietaria di beni immobili siti in Italia, si scioglieva trasferendo automaticamente e di pieno diritto il suo intero patrimonio (attivo e passivo) alla società Alfa (con sede nel Principato di Monaco) che la controllava.

Secondo l’Agenzia il trasferimento degli immobili citati sconta le normali imposte d’atto previste per i trasferimenti immobiliari, ovvero:
- l’imposta proporzionale di registro, nella misura del 9%, ex art. 1 della Tariffa, Parte I, allegata al DPR 131/1986, calcolata sulla base imponibile prevista dall’art. ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU