X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Mercoledì, 26 giugno 2019 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Trasferimento in Italia di ricercatori e docenti più vantaggioso dal 2020

La durata dell’agevolazione si estende da quattro a sei periodi d’imposta

/ Pamela ALBERTI

Lunedì, 27 maggio 2019

L’art. 5 del DL 34/2019 (c.d. DL “crescita”) ha previsto significative modifiche all’art. 44 del DL 78/2010 al fine di favorire ulteriormente il trasferimento in Italia di ricercatori e docenti.
Si ricorda che l’art. 44 del DL 78/2010 prevede, in presenza di determinate condizioni, l’esclusione dal reddito di lavoro dipendente o autonomo del 90% degli emolumenti percepiti dai docenti e dai ricercatori che trasferiscono la residenza fiscale in Italia ai sensi dell’art. 2 del TUIR. L’agevolazione spetta comunque nei limiti del regime de minimis.

I docenti e i ricercatori possono beneficiare della tassazione agevolata al verificarsi delle seguenti condizioni:
- essere in possesso di un titolo di studio universitario o equiparato;
- essere stati non occasionalmente ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU